Vogliamo condividere con voi colleghi un importante progetto che stiamo portando avanti nella Città di Cagliari tramite ECL - Leonardo Consorzio Europeo per l'Ingegneria e l'Architettura, di cui facciamo parte insieme ad altre quattro società di ingegneria e di cui l’Ing. Maurizio Boi è l’Amministratore Unico.

Il progetto è stato sviluppato insieme ai mandatari Rossiprodi Associati Srl, lo Studio Bargone Architetti Associati, l’Arch. Francesco Nigro, lo Studio Associato Fuzio, la Project Partners Ldt Consulting Engineers, l’Ing. Elisabetta Spinozzi e l’Archeologa Ottaviana Soddu.

10630003452?profile=RESIZE_710x

Il progetto prevede un intervento di ristrutturazione urbanistica di un compendio immobiliare di edilizia residenziale pubblica tramite demolizione e poi con successiva ricostruzione degli edifici residenziali e servizi. L’opera si trova a Cagliari, nel quartiere di Is Mirrionis, e prevede la modificazione del lotto urbanistico esistente mediante la rimodulazione della viabilità e l’integrazione di un’area destinata a servizi, andando a ridisegnare i flussi di percorrenza carrabile e pedonale della zona. Il progetto prevede l’uso di materiali che garantiscono la durabilità, quali il cemento armato per i piani entro terra e sistemi costruttivi con pannelli in legno di tavole incrociate (X-LAM, acronimo di cross laminated timber) per le strutture fuori terra.

A seguito di un’analisi di diverse alternative di compositive, si è scelta una soluzione che sposasse tutti i principi progettuali fondamentali per le costruzioni di questo tipo di opere. Il tema progettuale della riqualificazione urbanistica dell’area e della sua riconnessione con la città è stato declinato attorno all’idea di spazio pubblico come motore vitale del quartiere secondo una logica di stratificazione multipolare di servizi, attività e di interazioni potenziali da sviluppare attorno alle nuove residenze, quali: esercizi commerciali e spazi per associazionismo; uso adattivo del piano terra; spazi pubblici multifunzionali e flessibili; spazi pubblici per tutte le età; gestione sociale; spazi verdi pubblici; hub per e-commerce e lockers condominiali; commercio esperienziale, vetrina fisica e deposito del prodotto acquistato on line, collettore del prodotto a km0 o per i Gruppo di Acquisto Solidale (GAS); servizi per l’infanzia; incremento dei servizi nel quartiere; workplace-HUBs; spazi per il co-working / smart working.

10630003656?profile=RESIZE_710x

Vi lasciamo qui un breve pezzo descrittivo del progetto, estrapolato dal nostro PFTE.

“Attualmente l’area di progetto si presenta chiusa e non integrata alle altre aree della città, rappresentando il tipico modello urbano e sociale “Off limits”. Si è proceduto quindi a riconfigurare l’area secondo uno schema aperto il cui baricentro è lo spazio pubblico definito dalle nuove volumetrie di progetto. La nuova viabilità di collegamento tra via monte Acuto e via Meilogu permette la riconfigurazione del tratto di via Monte Acuto, che taglia in due l’area di progetto, in un’unica area pedonalizzata per annullare il traffico passante tra gli edifici del complesso. Le residenze, sviluppate secondo un alternarsi di tipologie in linea e a torre, sono distribuite lungo il perimetro a definire lo spazio aperto secondo uno schema di massima permeabilità visiva e di accesso, in diretta continuazione del più ampio progetto di riqualificazione degli spazi aperti del quartiere Is Mirrionis, così come previsto dal comune di Cagliari. Attraverso la massimizzazione dello spazio di soglia (semi-pubblico e semi-privato) sono possibili varie modalità di interazione tra lo spazio pubblico e la sfera privata dell’abitare che consentono sinergie fra il condominio ed il contesto. Lo spazio condominiale contribuisce alla creazione delle reti dello spazio aperto, con pertinenze parzialmente attraversabili e garantendo la continuità delle aree a verde. Il verde attrezzato e gli spazi destinati allo sport sono pensati per il coinvolgimento di tutte le fasce di età per garantire la mixitè sociale anche nello spazio pubblico. In alcuni punti, al piano terra delle palazzine, è previsto l’inserimento di una quota di funzioni commerciali e di servizi di vicinato. La gestione di questi spazi a disposizione del Comune di Cagliari deve essere flessibile e cucita attorno alle esigenze dei fruitori, che nel social housing sono ancora più mutevoli nel tempo, al fine di garantire adeguati servizi a tutte le fasce d’età ed un presidio continuativo capace di garantire la vivacità del quartiere in tutte le ore del giorno, la sicurezza percepita, la vivibilità e l’attrattività di tutta l’area. il tessuto urbano esistente e di nuova costruzione, al fine di realizzare un insieme unitario, un’immagine coerente e definita del complesso, contribuendo ad armonizzare l’edificazione al contesto. La progettazione del nuovo complesso ha come obiettivo prioritario il raggiungimento del miglior rapporto costi-benefici, nell'ottica di un globale risparmio energetico da realizzarsi attraverso la ricerca di soluzioni integrate e sostenibili, in grado di garantire elevati standard ambientali, di comfort e salubrità degli spazi costruiti. La tipologia dei materiali impiegati risponde ai criteri di biocompatibilità, di riciclabilità e sostenibilità ambientale, prediligendo componenti e prodotti a filiera tracciata che soddisfano i requisiti della reperibilità in loco, la non nocività e la stabilità delle caratteristiche fisico-chimiche-meccaniche. L'approvvigionamento da fonti rinnovabili e con sistemi alternativi ad alta efficienza avviene, in sintesi, grazie al ricorso alle seguenti tecnologie: impianto solare fotovoltaico installato in copertura per la generazione di energia elettrica; pompe di calore ad alta efficienza per la produzione per la climatizzazione e produzione acqua calda sanitaria.”

10630003301?profile=RESIZE_710x

Vi vogliamo lasciare anche un pezzo di intervista dell’Ing. Maurizio Boi avvenuta in data 6 luglio 2022 presso il Comune di Cagliari ed andata in onda nel Telegiornale Regionale di Rai 3. In questa occasione l’Ing. Boi ha presentato il progetto e gli elementi di innovazione che lo caratterizzano.

Trovate l'intervista qui al minuto 11:00: https://www.rainews.it/tgr/sardegna/notiziari/video/2022/07/TGR-Sardegna-del-06072022-ore-1400-19471c4e-5a5d-4868-ac67-8320b36c488d.html

Qualsiasi curiosità o confronto con voi è estremamente gradito! Speriamo di trovarvi nei commenti!

You need to be a member of CollEngWorld to add comments!

Join CollEngWorld